top of page

PAUL BARA CHAMPAGNE – Un'esperienza incantevole e trasformativa


La gente dice che “non è mai un brutto momento per lo champagne”. Che siate ad una festa di Capodanno con gli amici, ad una cena romantica, ad un incontro di lavoro o nella vostra vasca da bagno, circondati da candele profumate, un bicchiere (o due) di buon champagne non fa altro che migliorare le cose.

Ogni volta che sento la parola “champagne” la mia mente va dritta alla frizzante sensazione di gioia e celebrazione, una sensazione di realizzazione e successo. Non ricordo tutti i momenti della mia vita che vale la pena celebrare, ma ricordo alcune delle marche di champagne più squisite che per me hanno accompagnato quei momenti.

Lo champagne è una bevanda che ha lo scopo di unire le persone, ci incoraggia a creare ricordi felici che riscalderanno i nostri cuori in futuro, semplicemente ricordando l'occasione e il motivo delle rispettive celebrazioni.

Col senno di poi posso dire che, nonostante l'onda felice che questo liquido miracoloso porta nel mio corpo, non tutti gli champagne sono uguali. Senza una particolare conoscenza del settore, si possono immediatamente apprezzare marchi di altissima qualità, nati dopo molti anni di prove ed errori, come conseguenza del duro lavoro e dello studio delle tradizioni segrete.

L'abilità artigianale necessaria per ottenere champagne di buona qualità deve essere accompagnata da una passione divorante da parte delle persone coinvolte. I rituali e l'alchimia devono essere supportati da una solida conoscenza e da un'instancabile ricerca della migliore combinazione di ingredienti e procedure.

Il mio lavoro, per lo più glamour ma, a volte, anche snervante, mi permette di entrare in contatto con alcuni dei marchi di lusso più sorprendenti al mondo. Non so come, ma sembra che ci sia uno speciale filo invisibile che collega tutte queste esperienze per me.

Immagino che sia il modo in cui improvvisamente mi fanno sentire, il senso di potenziamento energetico che provo quando indosso un profumo di nicchia, un gioiello unico o un orologio che punta sempre al momento migliore. Un vestito creato appositamente per me o un bicchiere di champagne che mi trasformerebbe in una principessa delle fate (anche molto dopo mezzanotte) sono come piccoli dettagli che completano il quadro generale della mia vita.

Testare uno champagne Paul Bara per la prima volta è – sicuramente – un'esperienza trasformativa. Le prime notizie della famiglia Bara risalgono al 1600, nei villaggi francesi di Bisseuil, Oiry e Chouilly, vicino a Epernay. Il dominio è insediato sui migliori terroir di Bouzy, classificati 100% Grand Cru dal 1833. Lo stesso anno, Auguste François Bara, un giovane entusiasta e determinato, arrivò a Bouzy e tre anni dopo sposò Annonciade Robert, che era già proprietario di alcune vigne.

Paul Bara, fu il primo della dinastia a vendere champagne con il marchio omonimo negli anni '50. Oggi gli champagne Paul Bara sono venduti in tutto il mondo. Nel 1980 Chantale (figlia di Paul Bara) inizia ad assistere il padre e subito dopo, nel 1986, inizia a lavorare ai vertici dell'azienda. Oggi la proprietà dell'azienda è la famiglia Bara e Chantale è il presidente.

Chantale and Stephanie
Chantale and Stephanie

Stéphanie Ducloux è l'amministratore delegato e Christian Forget è l'enologo. Questo team di esperti davvero straordinari è visto come una sorta di lavoratore magico perché ama il rito della miscelazione, mescolando i vini dell'anno e quelli di riserva. In uno sforzo incessante per sublimare i vini, impongono un invecchiamento in cantine centenarie a undici metri sotto terra, tre anni per le cuvée classiche e un minimo di sei anni per i vini d'annata.

L'azienda coltiva due nobili vitigni dello Champagne, il Pinot Nero e lo Chardonnay e il team di esperti utilizza l'arte della miscelazione dello Champagne, producendo cuvée apprezzate in tutti i continenti. Paul Bara è il più grande produttore di Bouzy Champagne Rosé e ha costruito la sua eccellente reputazione su vini d'annata e rosé.

Bouzy grapes

Ogni anno, al momento della vendemmia, le uve vengono accuratamente raccolte a mano e poi pigiate con due presse da 4.000 kg. I succhi di fine pressatura (noti in francese come "jus de taille") non vengono mai utilizzati negli champagne Bara, che è una delle specificità della casa. La fermentazione alcolica avviene in tini di acciaio inox a temperatura controllata.

Quando affrontiamo momenti difficili, la nostra mente e il nostro corpo cercano di trovare un modo per tornare all’omeostasi. Si tratta di un processo di autoregolazione mediante il quale i sistemi biologici tendono a mantenere la stabilità adattandosi alle condizioni ottimali per la sopravvivenza. Secondo me non c'è niente di più efficace per ritrovare la gioia di vivere di un bicchiere di ottimo champagne.

Vi invito tutti a provare gli effetti magici di uno champagne Paul Bara, in compagnia di buoni, vecchi amici, o con qualche nuova entusiasmante conoscenza, con la persona che amate o anche nell'intimità di casa vostra, da soli... con i vostri pensieri. Alla fine di questa esperienza capirai meglio cosa intendevo dicendo che testare questo brand è un’esperienza trasformativa…


Commentaires


bottom of page